Spoonflower & Me – Una nuova collaborazione.

A Marzo 2018 ho conosciuto l’azienda Spoonflower, che mi ha “aperto un mondo”, ricaricando la mia creatività e permettendomi di essere un’artista italiana, tra le  migliaia di designer  di tutto il mondo, che collaborano con lei e poter vedere così realizzato parte di quel sogno di bambina. 
L’azienda di cui mi pregio di collaborare è Spoonflower e mette in condizione migliaia di artisti e designer di tutto il mondo di trovare un modo alternativo, alle esposizioni  e vendite della loro arte, per  far conoscere il loro lavoro. Ottenendo così uno stimolo alla loro creatività e trasformando  i loro disegni  in tessuti per la vendita al dettaglio, sia a metro sia trasformati in corredo casa, carte da parati, carta da regalo  ecc.

L’artista incompreso e la sua Musa

Non sempre è positivo, non subito, anzi, tutt’altro. Ti provoca un dolore fisico, lancinante, uno smarrimento, una solitudine, e quella sensazione maledetta che gli inetti giudicano “il vittimismo degli artisti incompresi; “nessuno potrà mai capirli”. Consiglio: e’ meglio non capire davvero un artista. Ma gli artisti non hanno bisogno di essere compresi. Ci sono critici che sprecano parole, lunghe pagine nel tentativo di definirne la giusta impronta. Spesso saccenti, poco immedesimati in quel che davvero è l’artista, il suo messaggio. L’artista non è così trasparente come si vuol far credere. L’artista è mutevole, si mimetizza, non rivela mai, in modo cristallino il suo vero Io. Diverrebbe scontato. Facile da manipolare.

Eureka!

Il mio progetto artistico/letterario ha trovato ciò che cercava da tempo. Questa volta è tutto vero. Quasi non riuscivo a crederci quando ho ricevuto la mail, che stesse accadendo alla sottoscritta. Un’artista ribelle, fuori dalle righe e determinata a farcela con le proprie forze.

Una lunga battaglia, la mia. Trovare una casa editrice che valutasse attentamente e professionalmente il mio romanzo, senza avanzare richieste di contributo, giustificandole come “necessarie” per il delicato momento di crisi del mondo editoriale.

L’attesa del piacere

La collaborazione accettabile tra autore e CE consiste nello scrivere buoni testi (voi) pubblicazione, editing, correzione, promozione, distribuzione e quant’altro da parte della casa editrice. Altrimenti stampate da soli il vostro libro. Fate prima e risparmiate tempo e denaro. Ma così facendo contrabbandate un sogno con una mera illusione, o ancor peggio vi svendete, e anche male.

La Verita’ è un atto di coraggio 2

Io non ho niente da perdere, artista emergente sconosciuta sono e artista emergente sconosciuta rimarrò. Sono io che decido come pormi, o mi si prende con tutto il pacchetto, o niente. Lo faccio nella vita, altrettanto come artista.
Mi ascolta attento e afferma che non è come gli altri. Lui crede in me e nel mio talento.
Ovviamente non gli credo. (NON MI SBAGLIAVO).
Qualche giorno dopo decido di scrivergli una mail. Gli propongo una sfida. Investire su di me, e se davvero le sue parole sono sincere e vede in me del talento, ci metta la faccia. Io non pago un solo centesimo, né per esporre i miei quadri né per pubblicare, se valgo come artista saremo in due a guadagnarci, altrimenti per lui sarà un affare mancato. Il rischio dell’imprenditoria è soprattutto questo. Scopro che la sua primaria attività è l’editoria, l’amore per l’arte ne ha decretato la seconda.
Non immaginavo che la sua risposta sarebbe stata “Ok, accetto”. (MAI PECCARE D’ INGENUITA’ CON CERTI SOGGETTI).

Apotheosis – Terza opera

Nuova opera della serie “L’anima di un quadro tra le pagine di un libro”. Otto opere su tela che raccontano, si plasmano, si concedono e si negano nella trama del mio nuovissimo romanzo thriller “Alla destra del Diavolo”. L’arte contemporanea, gallerie, curatori d’arte, passioni proibite, inganni, misteri e erotismo, arte, colori e magiche atmosfere tra l’Irlanda e Venezia. Un romanzo che aspetta un’editore free, uno vero!

“Abortion soul” Opera n° 2

Abortion soul – (Aborto d’anima) acrilico e olio su tela, 100×70, anno 2016

Mi piacerebbe potervi descrivere l’opera, anche sommariamente, ma essendo lei, e le altre sette della serie “L’anima di un quadro tra le pagine di un libro” il fulcro del mio progetto editoriale e artistico, sono costretta ad attendere ancora, sperando che presto questa incredibile storia mozzafiato possa regalarvi emozioni e suspance sfogliando le pagine di questo mio lavoro, e possiate cosi, “entrare all’interno della sua anima”.

2006/2016 – Artista quotata dall’ALBO MONDIALE DEGLI ARTISTI

2006/2016. Dieci anni di lavoro, studio, introspezione e pezzi d’anima. E’ impossibile dare valore al proprio lavoro; si rischia di sopravalutarlo o sminuirlo. Non è l’artista che decreta il merito, il valore, l’intensità del suo operato. Ci metti l’anima, cerchi di dare un significato allo Tsunami che ti travolge e ti fa sentire così folle, così diversa, quasi un’aliena. Poi, un giorno arriva il riconoscimento legale, e tutto diventa reale.